Mercoledì, Dicembre 19, 2018
   
Text Size

Articoli

A Modena chiuso l'anno accademico 2017-2018 e nuovo comandante del reggimento allievi

di Carmelo Abisso

Nel cortile d’onore dell'Accademia militare, alla presenza del comandante per la formazione, specializzazione e dottrina dell'Esercito, generale di corpo d'armata Pietro Serino, si è svolta il 31 luglio a Modena la cerimonia di chiusura dell’anno accademico 2017-2018 dell'istituto.

Presenti anche il comandante per la formazione e Scuola di applicazione, generale di corpo d'armata Giovanni Fungo e il comandante della Scuola ufficiali dell'Arma dei Carabinieri, generale di divisione Angelo Agovino. Tra le autorità locali, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, il prefetto Maria Patrizia Paba, il procuratore della Repubblica, Lucia Musti e il nuovo questore Maurizio Agricola.

Nell’occasione è anche avvenuto il cambio del comandante del reggimento allievi. Il colonnello Stefano Lagorio ha ceduto dopo due anni il comando al colonnello Giorgio Guariglia. Nel suo saluto di commiato, il colonnello Lagorio ha ricordato con emozione l’entusiasmante periodo di comando trascorso, il terzo di reggimento, il più prestigioso, (ndr, dopo il 4° reggimento Aves "Altair" e il 66° reggimento fanteria aeromobile "Trieste") evidenziando l'importanza del ruolo di comandante di allievi ufficiali, futuri dirigenti dell'Esercito e dell'Arma dei Carabinieri, ai quali è necessario trasmettere i valori etico-morali che sono a fondamento della professione militare. Ha concluso citando Marco Aurelio: "La felicità della tua vita dipende dalla qualità dei tuoi pensieri". Il colonnello Lagorio è destinato ad un importante incarico in Libano, dove a settembre assumerà il comando della Mibil, la missione militare bilaterale italiana nel Paese dei Cedri, rivolta all’implementazione di programmi di formazione ed addestramento in favore delle Laf (Lebanese armed forces) e delle Forze di sicurezza libanesi.

Sono stati poi consegnati i premi agli allievi particolarmente distintisi negli studi universitari, nelle attività tecnico-professionali e ginnico-sportive al termine del 2° anno. Quale atto conclusivo del biennio accademico trascorso a Modena, il capo scelto di reggimento, Michele Nati, ha consegnato al comandante dell'Accademia militare, generale di brigata Stefano Mannino, il gagliardetto del 198° corso "Saldezza", che sarà conservato nella sala del museo storico dedicata alla custodia delle memorie dei corsi accademici.

Nel suo saluto agli allievi che dopo due anni lasciano la città, il sindaco Muzzarelli ha confermato l'affetto e la vicinanza dei cittadini modenesi all'Accademia militare ed all'Istituzione che essa rappresenta, evidenziando il delicato compito affidato agli uomini e alle donne in uniforme, quali servitori fedeli dell'Italia e della Costituzione.

Il generale Mannino ha messo in risalto i brillanti risultati raggiunti dagli allievi e dagli ufficiali allievi sia negli studi sia nelle attività tecnico-professionali, facendo anche riferimento all'addestramento esterno recentemente svolto presso varie aree addestrative della Forza armata, ed ha augurato ai giovani “colleghi” del 198° corso le migliori fortune per il loro avvenire di ufficiali. "Abbiate coraggio, per le decisioni che dovrete prendere, il coraggio di saper comandare, di essere responsabili, di saper mettersi in gioco. Il coraggio di difendere le scelte – ha concluso Mannino - di essere vigili e attenti, difensori della dignità dei vostri uomini. Il coraggio di anteporre gli interessi istituzionali a quelli personali".

 

Il nuovo comandante del reggimento allievi, colonnello Giorgio Guariglia, è nato a Roma il 4 maggio 1973. Ha frequentato il 173° corso dell’Accademia militare di Modena (1991-1993) ed il 12° corso Issmi. Ufficiale di artiglieria, laureato in informatica, ha espletato i periodi di comando di batteria a Civitavecchia e di gruppo a Portogruaro. Impiegato più volte in teatro operativo, è stato decorato di croce di bronzo al merito dell’Esercito nel 2006. Dopo aver prestato servizio allo Stato Maggiore dell'Esercito, nell’ultimo periodo è stato impiegato al III reparto dello Stato Maggiore Difesa, Politica militare e pianificazione. Ha comandato l’ 8° reggimento artiglieria terrestre “Pasubio” in Persano (Sa), da dove proviene.

 

Visitatori Online

Abbiamo 124 visitatori e nessun utente online