Martedì, Settembre 26, 2017
   
Text Size

Articoli

Papa Giovanni, dalla Pacem in terris a patrono dell'Esercito

7 settembre 2017. L’Ordinariato militare d’Italia e i vertici delle Forze armate hanno ottenuto un risultato rincorso da anni: il nuovo patrono dell’Esercito è San Giovanni XXIII.

Il 12 settembre prossimo, a Roma - presso la Biblioteca militare di Palazzo Esercito - la bolla del nuovo santo protettore sarà consegnata nelle mani del capo di stato maggiore dell’Esercito Danilo Errico, da parte dell'Ordinario militare monsignor Santo Marcianò.

Ci sarà anche il suo predecessore, l’Ordinario militare emerito monsignor Gaetano Bonicelli, bergamasco. Così il pontefice che «nei primi anni del suo ministero sacerdotale promosse cristiane virtù tra i soldati», e da allora in poi «attese con tutte le sue forze all’edificazione della pace in tutto il mondo, scrivendo infine la luminosa enciclica Pacem in Terris» - come reca scritto in latino il documento della Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei sacramenti - potrà essere invocato «patrono presso Dio» dai nostri soldati che da tempo si sono visti proporre la sua figura come modello.

Già anni fa, il 24 ottobre 2011, nella basilica romana di Santa Maria in Aracoeli, era stata celebrata una messa, officiata dall’allora Ordinario militare monsignor Vincenzo Pelvi, al fine di promuoverne la devozione appunto come protettore dell’Esercito. In quell’occasione Pelvi, citando le parole di Benedetto XVI al convegno internazionale degli Ordinariati militari svoltosi giorni prima, parlò dell’ «esercizio della carità nel soldato» che soccorre le vittime dei terremoti e delle alluvioni, i profughi, disinnesca mine nelle zone che sono state teatro di guerra, pattuglia territori «affinché i fratelli non si uccidano fra di loro». Oggi sono quasi una quarantina le missioni che vedono impegnato il nostro esercito - 6.500 militari attivi all’estero, oltre 7000 sul territorio italiano - sia nel sostegno alle organizzazioni internazionali nel consolidamento di processi di pace, che nel soccorso alle popolazioni colpite da calamità. È anche questo l’Esercito sul quale veglierà il nuovo patrono. Lo ha ricordato in diverse circostanze, specie, durante la festa liturgica di San Giovanni XIII lo stesso attuale arcivescovo Ordinario. Ed è stato Marcianò prima ad approvare e favorire l’elezione di San Giovanni XXIII a «patrono celeste dell’Esercito», poi a richiedere la conferma secondo le norme per i patroni di competenza della Congregazione per il culto divino e la Disciplina dei sacramenti.

Che ora è arrivata con la firma del cardinale prefetto Roberto Sarah e dall’arcivescovo segretario Arturo Roche «in virtù dalle facoltà concesse dal pontefice». La Congregazione ha così confermato «San Giovanni XXIII, papa, patrono presso Dio dell’Esercito Italiano». L’esperienza di Roncalli che nel 1901, a vent’anni, interruppe gli studi al Seminario Romano per prestare servizio di leva a Bergamo, nonché quella del sacerdote che nella Grande Guerra fu sergente di sanità (nella foto) e poi cappellano militare sempre a Bergamo, presso gli ospedali (si vedano i saggi degli storici don Goffredo Zanchi e Roberto Morozzo della Rocca sull’ultimo numero degli «Annali» della Fondazione Papa Giovanni XXIII), ha certamente influito sulla decisione di nominarlo patrono dell’Esercito, anche se in passato non sono mancate contestazioni all’idea di associare il «papa della Pacem in Terris» alla protezione di «Forze armate».

«La missione della Chiesa nel mondo militare non esclude, anzi implica profondamente, l’impegno evangelico per la pace», rispondeva l’Ordinario Marcianò alla vigilia della canonizzazione di papa Roncalli. A conclusione dell’iter, l’11 ottobre, festa di San Giovanni XXIII è prevista una liturgia in San Pietro, con le più alte cariche religiose, civili e militari, e una folta presenza dei nostri soldati, annunciata a breve anche a Sotto il Monte, con un pellegrinaggio nella terra natale del neopatrono.

Marco Roncalli

Fonte: corriere.it Bergamo

Tempo

Weather data OK.
Modena
14 °C
Weather details

Visitatori Online

Abbiamo 117 visitatori e nessun utente online